I concerti e gli appuntamenti dal 7 al 28 novembre all’auditorium del Boccherini

BACH, CHOPIN, BEETHOVEN E GRANDI INTERPRETI PER LA STAGIONE CAMERISTICA DELL’ASSOCIAZIONE MUSICALE LUCCHESE

 

Bach e “L’arte della fuga” con Filippo Gorini, l’integrale dei quartetti per archi di Beethoven con il Quartetto Adorno, la musica di Chopin con Leonora Armellini. Ecco gli appuntamenti in programma nel mese di novembre per la parte autunnale della stagione cameristica dell’Associazione Musicale Lucchese, che tornano finalmente in presenza, all’auditorium “L. Boccherini”.

 

IL PROGRAMMA 

Si inizia domenica 7 novembre alle 17:30 il primo concerto con Alberto Bologni e Giulia Rimonda (violini), Danilo Rossi (viola), Ludovica Rana (violoncello) e Simone Soldati (pianoforte). In programma la Suite n. 4 in mi bemolle maggiore per violoncello solo, BWV 1010 di Bach, il Trio sonata in mi bemolle maggiore per clavicembalo e archi di Boccherini e la Sonata in mi bemolle maggiore per pianoforte, violino e violoncello G145 di Schumann.

Il concerto sarà introdotto da Marco Mangani, che approfondirà le interessanti e rare Sonate per pianoforte violino e violoncello di Boccherini, prima tappa di un percorso a esse dedicato in collaborazione con il Centro Studi Luigi Boccherini. Si conferma, così, l’attenzione al patrimonio musicale lucchese, da sempre una delle linee che hanno ispirato l’azione dell’AML nei suoi quasi 60 anni di attività. Basti pensare alle decine e decine di prime riprese moderne di musiche di Barsanti, della dinastia dei Puccini, Gasparini, Guami, solo per citarne alcuni.

 

Sabato 13 e domenica 14 novembre saranno completamente dedicati a Bach e all’arte della fuga. Il sabato alle 17:30 al Suffragio il pianista Filippo Gorini presenterà al pubblico il suo progetto e verrà proiettato uno dei video che corredano la sua recente incisione di questo capolavoro. Si tratta di una delle 14 conversazioni con eminenti personalità del mondo delle arti e della scienza, scelte per il loro particolare legame con la figura di Bach. Per Lucca, Gorini ha scelto il video che vede protagonista il visionario regista teatrale Peter Sellars. Questo appuntamento è a ingresso gratuito.

Dopo l’incontro del sabato, il concerto con la straordinaria esecuzione dell’Arte della fuga si terrà domenica 14 novembre alle 17:30.

 

Domenica 21 alle 17:30 torna a esibirsi a Lucca il Quartetto Adorno con l’integrale dei Quartetti per archi di Beethoven, progetto che proseguirà nella stagione 2022. Il Quartetto Adorno è un’altra giovane formazione che l’AML ha seguito sin dai primi passi, così come avvenuto con tantissimi grandi musicisti divenuti amici dell’Associazione, che adesso calca i più prestigiosi palcoscenici, come quello dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia nella prossima Stagione. In programma il Quartetto per archi n. 5 in la maggiore, op. 18 n. 5; La gaiaté. Allegro grazioso, seguito dall’incipit dell’Adagio in 9/8; Tema dell’Adagio, con le sole linee del canto e del basso; Tema dell’Adagio, con le sole linee del canto e del basso; Quartetto per archi n. 12 in mi bemolle maggiore, op. 127.

 

Sabato 27, nel pomeriggio, la presentazione del libro “La cultura musicale degli italiani”, curato da Andrea Estero, musicologo e direttore della rivista Classic Voice, e una tavola rotonda per riflettere sull’entità̀ e la qualità̀ della consapevolezza musicale degli italiani lungo tutto il Novecento. Questo appuntamento è curato da Carla Nolledi ed è a ingresso gratuito. Orario e dettagli sugli ospiti saranno annunciati nei prossimi giorni.

 

Chiude il cartellone la straordinaria pianista Leonora Armellini, recentemente protagonista del Premio Chopin di Varsavia, che domenica 28 alle 17:30 porta a Lucca un recital dedicato proprio a Chopin in cui sarà possibile ascoltare pagine come il Notturno op. 32 n. 1 in si maggiore, la Sonata n. 2 op. 35 in si bemolle minore, il Grande Valzer brillante op. 34 n. 1, le 4 Mazurke op. 41 e la Polacca op. 53 “Eroica”. Il concerto verrà introdotto da Fabrizio Papi e sarà dedicato alla memoria di Giovanni Cattani, l’ex presidente dell’AML scomparso dieci anni fa.