Giovedì 27 maggio ore 18.30 e venerdì 28 maggio ore 20.30
Catalyst
Casa Romantika
di David Bianchi e Riccardo Rombi
con David Bianchi
regia di Riccardo Rombi
movimento scenico Ulpia Popa
luci Siani Bruchi
Un carrello della spesa come nave per solcare i mari della fantasia, un’isola deserta da abitare, un
amore da vivere e una storia da raccontare senza parole ma con l’arte immaginifica del circo.
Questo e molto altro è Casa Romantika spettacolo teatrale che intreccia clownerie, mimo, musica
e immaginazione. Protagonista è Roman, un Clown pescatore ubriacone, allergico all’acqua, che
sorpreso da una tempesta, naufraga con la sua barca/carrello, su un’isola di plastica dove ogni
oggetto riprende una nuova vita. Visionario, malinconico, romatico come solo un Clown sa essere,
Roman si troverà a riciclare tutto quello che trova in modo originale e divertente. Moderna versione
di un Robinson Crusoe dei giorni nostri, saprà ricostruire un intero mondo da quello che altri hanno
gettato via: quattro pali che diventano una casa, una tovaglia che fa da tetto, mantello, ombrello e
una tanica di benzina che saprà far divampare una Romantika storia d’amore…

consigliato a tutte le età
durata 60 minuti

Domenica 30 maggio ore 18.00
Centrale dell’Arte
Aladino e la lampada magica
testo, regia e musiche originali Teo Paoli
con Silvia Baccianti e Lavinia Rosso (in scena)
e con Aura Calarco e Giulio Paoli (in video)
costumi Anna Primi
videografica Lavinia Rosso e Teo Paoli
movimenti scenici Alessandro Mazzoni
Uno spettacolo che si sfoglia come le pagine di un libro prezioso, di scena in scena, una giostra
vorticosa di situazioni e personaggi buffi e misteriosi, teneri e romantici che vi accompagneranno
nel magico, antico Oriente de Le Mille e una Notte.
Il figlio scapestrato di un povero sarto, un mago astuto e crudele, un genio imprigionato in una
vecchia lampada, la figlia del Sultano… e come sfondo, le vie di un mercato orientale, un giardino
sotterraneo con alberi che fioriscono diamanti e rubini, e un palazzo che fa invidia al castello del
re. La vicenda di Aladino è una storia di grandi desideri e grandi magie, di grandi amori e di grandi
crudeltà̀; una storia dove il confine fra realtà̀ e fantasia, fra possibile e impossibile sfuma fin quasi a
sparire del tutto.
La luce della lampada e i bagliori delle pietre preziose ispirano lo spettacolo che racchiude la storia
in una “lanterna magica” in cui vicende, luoghi e personaggi si inseguono in un giro vorticoso di
apparizioni sorprendenti, di ombre evanescenti, di suoni e musiche che ci immergono
nell’atmosfera magica dell’antico Oriente.

età consigliata dai 3 anni durata 60 minuti

Mercoledì 2 giugno ore 18.00
Pupi di Stac
Il Drago dalle sette teste
di Enrico Spinelli
regia Giulio Casati
burattini Pupi di Stac
costumi Roberta Socci
scenografie Massimo Mattioli
musiche Enrico Spinelli
Nella rete del giovane pescatore Gianni finisce un pesce magico che in cambio della salvezza gli
dona una conchiglia, una spada arrugginita, e un compagno fedele, il cane Carlino. Assieme ai
fratelli, il ragazzo affronta avventure e terribili pericoli, ma nei momenti decisivi gli vengono in aiuto
la propria audacia e gli strani oggetti regalati dal pesciolino. Gianni arriva così a liberare il Reame
dal terribile Drago. Ma quando il trionfo e la mano della principessa sono ormai conquistati… ecco
l’ultima, inattesa difficoltà!

età consigliata dai 4 ai 10 anni
durata 60 minuti

Domenica 6 giugno ore 18.00
Pupi di Stac
Stenterello nell’isola dei Pirati
di Enrico Spinelli
regia Enrico Spinelli
burattini Carlo Staccioli e Roberta Socci
costumi Pupi di Stac
scenografie Massimo Mattioli
musiche Enrico Spinelli
Il prepotente capitano Barbariccia, che vuole usurpare il trono al giovane principe Eugenio, lo ha
avvelenato e ridotto in fin di vita e, non bastasse, gli contende anche la mano della bella Aurora.
Tocca a Stenterello e Carlotta, inadeguati esploratori, il compito di trovare la pianta
medicamentosa che farà risvegliare il Principe. Si assisterà al duello all’ultimo sangue dei due
contendenti ed al colpo di scena finale che riporterà la giustizia nel regno! Nel seguito “Stenterello
e L’Albero Parlante” Barbariccia tenterà di vendicarsi.

età consigliata dai 5 ai 10 anni
durata 55 minuti

Domenica 13 giugno ore 18.00
Pupi di Stac
Caterina e l’Orchessa
di Enrico Spinelli
regia Giulio Casati
burattini Monique Quartini
costumi Monique Quartini
scenografie Massimo Mattioli
musiche Enrico Spinelli
Caterina e Martino, orfani, vivono soli e devono difendersi dall’Orco che vuole catturare la ragazza
per offrirla in pasto all’Orchessa Armida. Il ragazzino è trasformato in agnello e la sorella ridotta in
schiavitù. Li aiuta lo scudiero del Principe che assieme al pubblico elude la sorveglianza dell’Orchessa, rende l’Orco inoffensivo e conduce Caterina a Palazzo. Nella notte, piena di ombre e visioni, L’Armida mette in atto un piano diabolico che quasi funziona…  ma il bene, almeno nelle
fiabe, sempre trionfa. Sul finale una piccola e tenera sorpresa!

età consigliata dai 4 ai 10 anni
durata 60 minuti