FuoriCentro partirà con azioni laboratoriali e residenziali che, nella prima edizione furono cancellate o ridimensionate a causa del lockdown in continuità con le relazioni già instaurate con piccole comunità e sacche urbane vulnerabili, stimolandone la partecipazione attiva a percorsi culturali continuativi.

Il programma dei laboratori, gratuiti e aperti a tutti, prende il via martedì 9 marzo presso l’Ex-Fila nel quartiere 2 di Firenze. Qui, nello specifico, Davide Bianchi (in arte Giulivo Clown) e Natalia Bavar (Cirk Fantastik) proporranno laboratori di circo e narrazione rivolti ai bambini dai 3 ai 6 anni (dalle 16.30 alle 17.30) e dai 6 ai 12 anni (dalle 17:30 alle 18:30). In entrambi i casi è richiesta la presenza dei genitori. L’iniziativa sarà riproposta anche nel quartiere 3 di Firenze  presso il Centro Incontri del Teatro Lumiere, ma in questo caso coinvolgerà gli adolescenti dai 13 anni in sù, prenderà il via a partire da giovedì 11 marzo (dalle 16:30) e insieme alla sopracitata Natalia Bavar sarà presente Lapo Botteri di Circo Tascabile/Circo Mob.

Con questa serie di incontri rivolti a bambini, adolescenti ed adulti si andranno ad investigare le possibili connessioni tra storytelling e discipline circensi per poi apprendere/migliorare le proprie capacità nelle quattro discipline basiche del circo (acrobatica, giocoleria, equilibrismo, teatro fisico) ed infine andare a realizzare una produzione di uno spettacolo di stampo narrativo. Gli appuntamenti saranno proposti con cadenza settimanale per tre mesi.

Nei Quartieri 4 e 5 è di scena teatro e narrazione, con un calendario che prende il via mercoledì 10 marzo dalle 16:30.  Presso “La Carrozza di Hans” nel quartiere 4 di Firenze, Fiamma Negri e Giusi Salis di Fa.R.M. – Fabbrica dei Racconti e della Memoria, proseguono il percorso iniziato nella precedente edizione in cui le arti e la narrazione scoprono e creano relazioni. È stato così con i bambini che hanno raccontato se stessi attraverso il teatro, scoprendo un modo creativo di comunicare anche per coloro che nell’altro vedevano un muro. È  stato così con alcune donne, che hanno continuato a seguire i laboratori anche quando erano online. Con loro proseguirà la scrittura di un testo da completare e portare in scena in questa seconda edizione. Un testo che attraverso l’ironia racconta i luoghi e i ritmi della periferia.

I laboratori di teatro con Fa.R.M. saranno proposti anche nel quartiere 5 presso il centro “Il Tabernacolo”, a partire da giovedì 11 marzo dalle ore 17:30.  Anche in questo caso gli appuntamenti avranno una cadenza settimanale e una durata di 3 mesi.
Tutte le attività si svolgeranno in conformità delle normative vigenti e future riguardanti l’emergenza Covid-19.

Con Fuori Centro – Racconti Urbani gli organizzatori auspicano di ripetere il successo dell’esperienza dello scorso anno, quando circo contemporaneo, musica e teatro hanno trasformano all’improvviso i cortili e le piazze di Firenze in sale teatrali all’aperto.

Il calendario delle restituzioni dal vivo dei laboratori e degli spettacoli in programma sarà disponibile non appena la situazione sanitaria lo consentirà e coinvolgerà anche il Comune di Scandicci.

Per maggiori informazioni: https://www.cirkfantastik.com –  fuoricentrofirenze@gmail.com
Ufficio Stampa – Lorenzo Migno 339 4736584 lorenzomigno@gmail.com

FuoriCentro è un progetto di Aria Network Culturale, Fa.R.M., Giocolieri e Dintorni
col patrocinio di: Comune di Firenze e (Q2 Q3 Q4 Q5)
con il contributo di: Fondazione CR Firenze nell’ambito di “Partecipazione Cuturale” (bando tematico che la Fondazione dedica al sostegno di programmazioni culturali finalizzate a potenziare la partecipazione attiva della comunità locale e l’inclusione sociale delle periferie) e Casa Spa.
in collaborazione con: ARCI Firenze, SUNIA Federazione provinciale di Firenze, Oxfam Italia, Associazione Cambiamusica – Firenze, Cooperativa Sociale Albatros 1973, Comitato informale E.R.P. Via Carlo del Prete, Comitato informale Angela e Ciro

credits foto: Maginaria e Camilla Poli