TEATRO DI RIFREDI in collaborazione con FONDAZIONE SISTEMA TOSCANA
CARLO MONNI
UN BOHÉMIEN SUL PALCOSCENICO DEL TEATRO DI RIFREDI
video realizzato da Angelo Savelli e Tobia Pescia
visibile gratuitamente fino al 6 gennaio
sul canale Vimeo del Teatro di Rifredi
oppure al link https://vimeo.com/493333557

Per molti anni, le feste di Natale al Teatro di Rifredi hanno avuto un protagonista assoluto: Carlo Monni. La sua presenza sul nostro palcoscenico tra Natale e l’Epifania era diventata una piacevole consuetudine non solo per lui e per noi, ma anche per un pubblico entusiasta e vario, formato da uomini e donne, giovani e anziani, intere famiglie, intellettuali e persone comuni, che lo amavano per la sua schiettezza in scena come nella vita e per la sua strabordante simpatia.
In questo strano anno in cui non possiamo festeggiare e brindare con i nostri spettatori, abbiamo pensato di far ritornare “virtualmente” in scena Carlo Monni attraverso un breve ma sentito ricordo che il Teatro di Rifredi e la Fondazione Sistema Toscana realizzarono, con l’aiuto di Angelo Savelli, Tobia Pescia e di tanti compagni di lavoro e di avventure di Carlo, nel 2014 ad un anno dalla sua prematura scomparsa, per ricordare non solo un amico ma anche un personaggio insostituibile ed indimenticabile del migliore teatro toscano.
Nel video, visibile gratuitamente fino al al 6 gennaio sul canale Vimeo del Teatro di Rifredi oppure al link https://vimeo.com/493333557, si ripercorrono le tappe di un viaggio che parte dal Bista di Gallina vecchia con Marisa Fabbri fino alla zio Ampelio de La Briscola in cinque di Malvaldi, passando attraverso Cecco Angiolieri e Gianni Schicchi, Falstaff e il Grasso Legnaiuolo. Brani significativi degli spettacoli di cui è stato protagonista si alternano a brevi testimonianze degli attori che gli furono compagni sul palcoscenico di Rifredi: Valentina Banci, Monica Bauco, Lorenzo Bolognesi, Andrea Bruno Savelli, Marco Cocci, Sergio Forconi, Massimiliano Galligani, Massimo Grigò, Lisetta Luchini, Marco Malvaldi, Anna Meacci, Leonardo Paoli, Nicola Pecci, Patrizia Pirgher, Marzia Risaliti, Elisabetta Salvatori.