Edizione 2021 per F-Light, il Florence Light Festival di Firenze, che anche quest’anno dall’8 dicembre al 9 gennaio (in orario 17.30-24) accende di luce alcuni dei luoghi più importanti di Firenze.

L’edizione di quest’anno si intitola Riflessioni. Dove siamo, dove andremo; come sempre il festival delle luci è promosso dal Comune di Firenze e organizzato da MUS.E, con la direzione artistica di Sergio Risaliti.

Grazie a F-Light, Firenze si riempie così di installazioni luminose e artistiche, proiezioni, giochi di luce, suggestive illuminazioni di edifici, piazze e monumenti, per un evento che si conferma tra i più importanti nel suo genere, divenuto punto di riferimento anche in ambito europeo.

Le Piazze e i Palazzi di F-Light

Tutti i giorni dalle 17:30 alle 24:00 Firenze si accenderà grazie a una serie di illuminazioni d’artista tra cui l’iconico videomapping sul Ponte Vecchio, monumentale proiezione sul tema della “riflessione”.

A conclusione dell’anno dantesco, le proiezioni sulla facciata del Museo Galileo e della Camera di Commercio proporranno una visione della Divina Commedia come specchio della condizione umana.

L’installazione sul fianco della Basilica di San Lorenzo vedrà invece un collage di stilemi che si snoda fra il passato di miti come “Narciso” e una riflessione legata alla contemporaneità.

E ancora, sulla facciata dell’Istituto degli Innocenti, in piazza Santissima Annunziata, prenderà vita un’opera d’arte visuale che rappresenta simbolicamente la capacità dell’uomo di sfruttare poeticamente i big data e i flussi computazionali dell’intelligenza artificiale.

Il loggiato del Museo Novecento tornerà ad illuminarsi per l’occasione, così come la facciata della palazzina del Forte Belvedere, la Torre della Zecca, la Basilica di San Miniato al Monte, le Rampe di Giuseppe Poggi, e tutte le porte e le torri che circondano il centro.

Grazie alla preziosa collaborazione e all’impegno di Firenze Smart F-Light 2021 è inoltre l’occasione per ammirare le illuminazioni permanenti che dall’inizio di dicembre accendono il David in bronzo al Piazzale Michelangelo, la facciata della basilica di Santa Maria Novella e il campanile della Badia Fiorentina.

Molte altre le illuminazioni e luminarie speciali, realizzate grazie all’impegno di molte realtà fiorentine che, sposando l’iniziativa, contribuiscono regalando alla città nuove luci e suggestioni.

È il caso di via Tornabuoni, dello Stadio Artemio Franchi, del Mercato Centrale, di piazza San Marco, della Torre di San Niccolò e della Rinascente in piazza della Repubblica.

Gli Alberi di Natale

Come ogni anno infine, gli Alberi di Natale dei due palazzi cittadini – Palazzo vecchio e Palazzo Medici Riccardi – sono in linea con il tema dell’edizione del festival.

Ecco che, grazie al coordinamento di MUS.E, al supporto di Euroambiente – che fornirà le piante – e alla creatività degli allievi del Liceo Artistico Leon Battista Alberti – che hanno progettato e realizzato gli addobbi – il pubblico può apprezzare due alberi speciali.

Sulle loro fronde si offre infatti agli occhi di tutti una congerie di riflessi e riflessioni, ispirata anche dalle architetture dei due edifici: in Palazzo Medici Riccardi i decori richiameranno motivi rinascimentali, mentre in Palazzo Vecchio daranno vita a un caleidoscopio di bagliori e di luci.

Musei, i percorsi a lume di torcia

Ancora, tornano i Percorsi a lume di torcia nei musei: anche per quest’anno piccoli e grandi potranno prendere parte a un programma di itinerari eccezionali, grazie a cui scoprire le bellezze dei Musei Civici Fiorentini secondo un approccio di particolare fascino e coinvolgimento.

F-Light nei Quartieri fiorentini

Come di consueto, F-Light – Firenze Light Festival non si limita al centro storico ma accende per tutto il periodo natalizio anche gli altri quattro quartieri fiorentini.

Nel Quartiere 2 ha fatto la sua comparsa l’albero luminoso in piazza delle Cure e una grande stella a Settignano, nel Quartiere 3 sono protagoniste le luminarie su piazza Bartali a Gavinana e piazza Acciaiuoli, al Galluzzo.

E ancora nel Quartiere 4 è tornato l’albero col tunnel luminoso in piazza dell’Isolotto e la fontana di luci in piazza Paolo Uccello.

Infine, nel Quartiere 5 è comparso una grande stella luminosa nel Parco di San Donato, a Novoli, e una composizione di sfere in Piazza Dalmazia.

Wonderful! La mostra

In occasione di F-light 2021 la Sala d’Arme di Palazzo Vecchio ospiterà inoltre la mostra conclusiva di WONDERFUL! (8 dicembre 2021 – 12 gennaio 2022), il premio a sostegno dell’arte italiana under 40 organizzato dal Museo Novecento e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze in collaborazione con MUS.E e realizzato grazie all’impegno di Publiacqua.

Il premio WONDERFUL! è nato in risposta alla pandemia per dare un riconoscimento e un sostegno concreti alla nuova generazione di artisti italiani, duramente colpiti, insieme all’intero sistema artistico, dalla crisi sanitaria ed economica.

Attraverso una selezione pubblica a cui hanno partecipato 290 artisti, una giuria tecnica ha scelto gli i giovani Binta Diaw, Riccardo Giacconi, Marco Giordano e Margherita Raso a cui è stata assegnata una borsa di studio della durata di un anno e le cui opere – installazioni e video – saranno presentate adesso in Sala d’Arme, arricchendo il programma di F-light.