INFANZIA FELICE. Una fiaba per adulti” finalmente online!

Sei in: :/, Teatro/INFANZIA FELICE. Una fiaba per adulti” finalmente online!

domenica 20 dicembre 2020

INFORMAZIONI

Indirizzo: https://vimeo.com/teatrodirifredi
Orario: disponibile per tutta la giornata

CONTATTI

Una maestra un po’ rigida, un gatto parlante, dei bambini capricciosi e viziati, una preside dedita all’aperitivo, una madre in carriera e un principe con la coppola azzurra azzurra come il mare, ecco solo alcuni dei protagonisti di questa originale fiaba per adulti creati e interpretati da Antonella Questa.
Per la rassegna digitale #InvernoFiorentino lo spettacolo sarà on line gratuitamente dal primo all’ultimo minuto di domenica 20 dicembre sul canale Vimeo del Teatro di Rifredi.
Infanzia Felice
Una fiaba per adulti di e con Antonella Questa
coreografie e messa in scena Magali B – Cie Madeleine&Alfred
disegno luci e scenografia Daniele Passeri
costumi Sara Navalesi assistenza tecnica Marco Oligeri
produzione Pupi e Fresedde-Teatro di Rifredi/ LaQ- Prod / Festival InEquilibrio – Armunia
Un viaggio nella scuola e nella famiglia di oggi “Infanzia felice”, è il frutto di una lunga e approfondita indagine che Antonella Questa ha curato sul tema della pedagogia nera, ovvero su quei metodi educativi, spesso violenti, messi in atto sui bambini nei secoli scorsi e che hanno progressivamente diminuito, se non addirittura annientato, quelle caratteristiche innate in tutti gli esseri umani: l’empatia e l’ascolto. Quei bambini, una volta adulti, non hanno potuto fare altro che tramandare gli stessi metodi, un passaggio di generazione in generazione che ha sempre più ridotto le capacità di ascolto dei bisogni altrui e dei nostri. Oggi la diffusa aggressività tra i giovani e gli adulti, nelle famiglie come nelle scuole e in altri ambiti lavorativi, può essere messa in relazione con questa pesante eredità? E’ possibile che il bullismo, la maleducazione, il mancato riconoscimento dell’autorità siano un nuovo frutto della “pedagogia nera”?
Partendo dal libro di Katharina Rutschky “Pedagogia Nera”, una raccolta di saggi e manuali sull’educazione, pubblicati a partire dalla fine del milleseicento ai primi del secolo scorso, Antonella Questa prosegue la ricerca sulla natura delle relazioni umane, scegliendo stavolta come tema l’educazione nell’infanzia.
Con l’abituale ironia che la caratterizza, Antonella Questa ci racconta dove si nasconda ancor oggi la vecchia pedagogia nera e di come alcuni adulti, armati di amore ed empatia, riescano a combatterla. Quella dell’infanzia è una tematica estremamente delicata che la Questa affronta sollevando una riflessione sui bisogni primari che dovrebbero essere alla base di un’infanzia felice e che, nella società odierna, pare siano poco considerati. Un’indagine per capire soprattutto cosa stia succedendo oggi che le regole della antica “pedagogia nera” sono ormai bandite sia in famiglia che a scuola. Oggi che nelle aule non ci sono più banchi disposti rigidamente in un solo senso o cattedre rialzate, che il maestro non usa più la bacchetta sulle dita e che i genitori si limitano alla sculacciata ogni tanto o al classico schiaffone per il quale “non è mai morto nessuno”. Un viaggio, anche molto divertente, all’interno della famiglia e della scuola di oggi, cercando di capire dove affondino le radici della rabbia che anima la guerra tra genitori e insegnanti e che spesso spinge i nostri bambini verso il bullismo.

 

2020-12-11T11:44:04+00:00 Categorie: Appuntamenti, Teatro|Tags: , |

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

informacitta.net