FIRENZE QUALE TERRIBILE PRESAGIO SI PROSPETTEREBBE SE ALLA CITTÀ D’ARTE PER ECCELLENZA VENISSE A MANCARE L’ARTE?!! un progetto di Dimitri Milopulos

Sei in: ://FIRENZE QUALE TERRIBILE PRESAGIO SI PROSPETTEREBBE SE ALLA CITTÀ D’ARTE PER ECCELLENZA VENISSE A MANCARE L’ARTE?!! un progetto di Dimitri Milopulos

mercoledì 6 e giovedì 7 maggio 2020 ore 21

INFORMAZIONI

Orario: ore 21

CONTATTI

FIRENZE
QUALE TERRIBILE PRESAGIO SI PROSPETTEREBBE SE ALLA CITTÀ D’ARTE
PER ECCELLENZA VENISSE A MANCARE L’ARTE?!!
un progetto di Dimitri Milopulos
collaborazione costruzione scene e movimenti scenici
Dimitri Milopulos, Amedeo Borelli, Gianni Bertoli, Iacopo Reggioli, Elena Poggioni, Lorenzo
Latini
videomaker Stefano Poggioni
effetti sonori Vanni Cassori
Le riprese dello spettacolo sono state effettuate tra il 2013 e il 2016 al Teatro della Limonaia non a
scopo televisivo, quindi non si tratta di un video professionale.
Ma visto la particolarità del momento abbiamo deciso di permettere al pubblico chiuso in casa di
vederlo, in attesa di una futura ripresa dal vivo.
Durata dello spettacolo 34'
Firenze la città “d'ingegni arditi”.
Firenze il culto.
Firenze il sogno.
Firenze la “griffe”.
Firenze il nido d’arte.
Firenze che cresce.
Firenze che diventa “grande”.
Firenze che si trasforma.
Firenze come “Metropolis”.
Firenze la leggenda.
La leggenda, perché in leggenda si sta trasformando. La città che tanto ha dato alla civiltà, all’arte,
allo sviluppo, alla storia; la città che tutti amano anche solo perché esiste, la città magnete, la città
che tutti sognano di vedere un giorno. Quella città che oggi sembra inceppata nel filo della sua
storia, svanita nei fumi del tempo, tra meandri burocratici e strani e perversi intrighi che diventano
baratri non facili da colmare. Quale terribile presagio si prospetterebbe se alla città d’arte per
eccellenza venisse a mancare l’arte?!!
Firenze è una performance priva di attori. Protagonista assoluta della scena è la città, realizzata
con modellini iperrealistici in legno che riproducono millimetricamente i celeberrimi palazzi
e monumenti fiorentini. Sul palcoscenico la maestria dell'artista e l’abilità dei tecnici si coniugano
manipolando marionette (simbolicamente lo spirito della città e alcuni dei suoi più noti
rappresentanti: Michelangelo, Brunelleschi, Botticelli, Leonardo Da Vinci e anche Pinocchio…) e
muovendo i modellini dei palazzi che sorgono, si danzano, si infrangono ripercorrendo sotto gli
occhi dello spettatore i momenti salienti della storia della città: il Rinascimento, la Guerra,
l’alluvione, la strage di via dei Georgofili, la profezia della modernità.
Tutto si svolge sotto gli occhi dello spettatore mentre è ripreso in diretta da varie angolazioni e
proiettato su un grande schermo posto al fondo della scena.

2020-05-08T16:31:31+00:00 Categorie: Teatro|Tags: , |

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

informacitta.net