Botta e Risposta con SIMONE LENZI Cantante dei Virginiana Miller

Sei in: ://Botta e Risposta con SIMONE LENZI Cantante dei Virginiana Miller

a cura di Maria Paternostro

INFORMAZIONI

CONTATTI

Sono passati 6 anni da Venga il regnol’ultimo album dei Virginiana Miller. È vero che nel frattempo hai scritto e pubblicato tre libri, certo non sei stato con le mani in mano, ma come mai avete aspettato così tanto?

La premessa è che suoniamo perché ci piace farlo, non certo per impegni discografici. Con Venga il regno abbiamo sentito di aver detto tutto quello che c’era da dire con la canzone italiana. Per questo nuovo lavoro abbiamo pensato quindi di intraprendere una strada nuova. Abbiamo deciso di creare un disco americano (The unreal McCoy), usando altri mezzi per comporre e suonare. Il paese in cui viviamo in questo momento m’ispira davvero poco, allora meglio aprire un orizzonte verso l’America, o piuttosto quello che è il sogno americano, un mondo immaginario, lontano e stimolante. Un’America che non esiste se non nella fantasia, un’America che rappresenta la speranza.

Hai toccato un tasto dolente, cosa pensi della situazione politica italiana?

È il peggior governo della storia Repubblicana. Ti dico solo che hanno sguinzagliato la bestia.

Qual è il tuo rapporto con i social?

All’inizio ero curioso e li usavo. Adesso sono davvero spoetizzato. Il problema è che è tutto gratis e spesso quando tutto è gratis tutto è gratuito.

Scrittore (La generazione, Sul lungomai di Livorno, Mali minori, In esilio) sceneggiatore (da La generazione è nato Tutti i santi giorni di Virzì), attore (La pazza gioia sempre di Virzì), cantante. Hai deciso cosa farai da grande?

Di tutto un po’. Alla fine la scrittura e la canzone sono tutti mezzi per raccontarsi, almeno per me, in modo onesto e coerente. Vivo in campagna, sai? Forse l’agricoltore!

 

– Maria Paternostro –

 

 

2019-05-14T16:16:57+00:00 Categorie: Musica|Tags: , , |

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

informacitta.net