classica concerti
danza prosa
gallerie mostre
eventi fiere sagre

BOTTA E RISPOSTA CON MARCO GIORGETTI

Scritto da Informacitta.net

informacitta in evidenza
1

Una stagione ricca di spunti, con tanti nomi di spicco del teatro contemporaneo. Molte ospitalità, ma soprattutto ben 13 produzioni e coproduzioni, alcune in prima nazionale. Parliamone.

 

Raccogliamo i frutti del lavoro fatto nei primi tre anni come Teatro Nazionale, e la scelta di puntare sulla coltivazione di progetti e rapporti privilegiando questa forma di produzione alle ospitalità. In questo senso, oltre al legame con Lavia, vanno inquadrati il ritorno di Accorsi, le presenze di Mauri, Marchioni, Lo Cascio, Rubini e quella di Emilia Romagna Teatro con la quale ripartiamo per una nuova strada dopo il successo di Carissimi Padri. E questo solo per citare alcune delle tante sfaccettature di cui si compone la nostra nuova stagione

 

Il cartellone presentato dal Teatro della Toscana per il momento ha sciorinato i titoli della Pergola e dello Studio. Ci sono novità per il Teatro Era e il Niccolini?

 

Abbiamo deciso quest’anno di dare una cadenza diversa alle presentazioni, per valorizzare quelle specificità che costituiscono l’unità del Teatro della Toscana. La stagione del Teatro Era l’abbiamo svelata a settembre, e rappresenta un nuovo avanzamento nel sincretismo tra le esperienze più legate alla tradizione e le proposte del Centro per la Sperimentazione e la Ricerca Teatrale, che senza sosta indaga la dimensione contemporanea. Il Teatro Niccolini avrà invece una cadenza annuale, e non secondo la classica stagione ottobre/aprile: inizieremo con Drusilla Foer per le feste natalizie e presenteremo il nuovo progetto e il programma nel corso di questo inverno. 

 

Due battute sui tanti progetti di formazione, che stanno prendendo sempre più piede ed importanza nella vita del teatro.

 

È un filone del quale non possiamo che essere soddisfatti: si sono appena diplomati gli allievi del primo ciclo della Scuola Costa, che già hanno presto parte all’allestimento del Romeo e Giulietta andato in scena al Castello dell’Acciaiolo per due volte e ai quali stiamo preparando un anno di avviamento al lavoro interessante e innovativo. Prosegue l’esperienza dell’Oltrarno di Pierfrancesco Favino, che continua a contraddistinguersi per la particolarità della metodologia così internazionale nel respiro; e internazionale è anche lo sguardo del Workcenter Grotowski & Richards, che gira il mondo con i suoi workshop e che in ottobre per la prima volta presenterà in maniera strutturata alla Pergola due suoi allestimenti

 

 

informacitta.net - pubblicità
informacitta.net - pubblicità
Proposti da voi
Pubblicazioni in PDF
informacitta in pdf
florence news in pdf
registrati ad informacitta.net