LUCCA CLASSICA 2019, A MAGGIO LUCCA FIORISCE…GRAZIE ALLA MUSICA

Sei in: :/, Z-Evidenza/LUCCA CLASSICA 2019, A MAGGIO LUCCA FIORISCE…GRAZIE ALLA MUSICA

dal 2 al 5 maggio, la 5^ edizione del Festival

INFORMAZIONI

Indirizzo: Lucca luoghi vari Lucca

CONTATTI

www.luccaclassica.it

Biglietteria
Biglietteria Teatro del Giglio: biglietteria@teatrodelgiglio.it
Telefono: 0583 465320

A maggio la città di Lucca si animerà di concerti e eventi grazie al Lucca Classica Music Festival (www.luccaclassica.it), la manifestazione organizzata da Associazione Musicale Lucchese, Teatro del Giglio e Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca
Dal 2 al 5 maggio, con oltre 80 appuntamenti tra concerti sinfonici, musica da camera, guide all’ascolto, eventi per i bambini e le famiglie Lucca Classica trasformerà la città in un grande palcoscenico diffuso su cui andranno in scena suoni, parole ed emozioni capaci di parlare alle migliaia di persone che in questi anni hanno vissuto e condiviso l’esperienza del Festival.
È merito anche del pubblico se Lucca Classica, in così poche edizioni, si sta affermando come uno degli eventi culturali più attraenti del nostro Paese tanto da essere citato nei volumi Europa e Musica dell’Enciclopedia Treccani.
Un pubblico eterogeneo per età e formazione, richiamato e accompagnato da una formula pensata per avvicinare alla grande musica adulti e bambini, giovani curiosi e maturi appassionati di classica, ma più in generale di cultura e di bellezza. Una bellezza che viene amplificata dalla città stessa, dal suo straordinario patrimonio storico e artistico e dalla sua ricchissima tradizione musicale che comprende grandi musicisti come Giacomo Puccini, Luigi Boccherini, Francesco X. Geminiani e Alfredo Catalani.
Lucca Classica ospiterà grandi nomi della musica e della cultura, anche internazionale, ma – come ha sempre fatto – darà spazio anche ai giovani, chiamati a contribuire con il loro talento, la loro freschezza e la loro visione dell’arte.
Tanti gli incontri tra discipline diverse, occasioni che ogni anno fanno del Festival un laboratorio di nuove esperienze, aperto al dialogo con l’attualità. È in questa ottica che nasce la prestigiosa collaborazione con Il Cortile dei Gentili, la struttura del Pontificio Consiglio per la cultura, nata per iniziativa del Cardinale Gianfranco Ravasi, che in questa edizione del festival proporrà dialoghi su tematiche d’attualità legate alla scienza, alla fede, all’etica e all’arte.
E proprio al cardinal Ravasi andrà il Premio Lucca Classica Music Festival, che nelle precedenti edizioni è andato a personaggi del calibro di Sofija Gubaidulina (2015), Raina Kabaivanska (2016), Eleonora Abbagnato (2017) e Brunello Cucinelli (2018).
La musica ovviamente sarà la protagonista di Lucca Classica e non sarà solo musica classica. Durante il festival potremo ascoltare pagine di Bach e Mozart, ma anche di Gershwin e Bernstein; la musica barocca e le prime esecuzioni di compositori contemporanei; pagine di Puccini, Rossini e Verdi.
Tra gli ospiti, il Quartetto d’Archi del Teatro alla Scala, l’Orchestra da Camera Italiana con Salvatore Accardo direttore e solista, Bruno Canino e Cristiano Rossi, Andrea Lucchesini, Enrico Bronzi, Marco Rizzi, Danilo Rossi, Pietro De Maria, Il Quartetto Nous, Il Quartetto Guadagnini, la chitarrista Antigoni Goni che suonerà vicino al monumento di Ilaria del Carretto. E ancora Massimo Bray, ex Ministro dei Beni Culturali e attuale Presidente dell’Istituto dell’Enciclopedia Treccani, il fumettista Leo Ortolani in un incontro con il chitarrista Giampaolo Bandini e tanto altro ancora.
Durante il Festival ci sarà modo di celebrare anche i tanti anniversari che costellano il 2019 e che hanno segnato la storia dell’umanità. Andremo quindi a scoprire la musica al tempo di Leonardo da Vinci, ricorderemo in musica i 30 anni dalla caduta del muro di Berlino e i 50 anni dal primo passo dell’uomo sulla Luna. Il festival ricorderà anche i 100 anni dalla nascita del flautista Severino Gazzelloni e il regista Ermanno Olmi a un anno dalla scomparsa con Fabio Vacchi, compositore vicino a Olmi, premiato con il David di Donatello per la colonna sonora de “Il mestiere delle armi”.
Come ogni anno, saranno numerosi gli appuntamenti dedicati a Giacomo Puccini. Tra questi l’esecuzione di alcuni inediti per organo eseguiti da Liuwe Tamminga (ritrovati grazie al lavoro di ricerca del Centro Studi Giacomo Puccini) e le visite al Museo Casa Natale Giacomo Puccini organizzate dalla Fondazione Giacomo Puccini.
Il programma completo su www.luccaclassica.it .

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

informacitta.net