LIRICA IN PIAZZA A MASSA MARITTIMA

Sei in: :/, Musica/LIRICA IN PIAZZA A MASSA MARITTIMA

3, 4, 5 agosto 2018

INFORMAZIONI

Indirizzo: Piazza Garibaldi Massa Marittima Grosseto
Orario: 21.15
Prezzo: Primo settore: € 50/45 | Secondo settore: € 35/30 | Terzo settore € 20/15 | Quarto settore: € 10

CONTATTI

3 agosto ore 21.15

Il Trovatore di Giuseppe Verdi

4 agosto ore 21.15

Carmen di George Bizet

5 agosto ore 21.15

due atti unici

Suor Angelica di Giacomo Puccini

Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni

E’ questo il cartellone della 33 esima edizione di “Lirica in Piazza”, uno degli appuntamenti ormai consolidati del panorama lirico italiano in programma a Massa Marittima in Maremma (Gr) su un palcoscenico unico e suggestivo come il sagrato della trecentesca Cattedrale di San Cerbone in Piazza Garibaldi, cuore medievale della città. Si tratta di quattro opere che si inseriscono a pieno titolo in una rassegna che da alcuni anni si contraddistingue per la sua proposta innovativa e originale che coniuga la tradizione operistica con l’utilizzo delle tecnologie multimediali, nuove scenografie, luci e allestimenti realizzati appositamente per la rappresentazione in piazza. La manifestazione è organizzata dal Comune di Massa Marittima, prodotta da Europa Musica di Roma con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica e il Coro Lirico Italiano. “Il crescente successo di pubblico e di critica che hanno riscosso le ultime edizioni di Lirica in Piazza – spiega Renzo Renzi direttore artistico di Europa Musica -, ci spinge a proseguire il nostro impegno in questo grande progetto con degli eventi che possano ampliare il più possibile le diverse tipologie di pubblico. Questo significa sviluppare nuove scenografie prestando sempre maggiore attenzione al settore delle luci e delle proiezioni, che dovranno esaltare e ampliare le possibilità spaziali della parte materica delle strutture sceniche. Si è intrapreso questo nuovo percorso anche per rendere più suggestiva la rappresentazione operistica e per avvicinare alla lirica un pubblico che normalmente non assiste a questo genere di spettacolo e in particolar modo quello più giovane”. Il Trovatore, che apre il cartellone di “Lirica in Piazza” venerdì 3 agosto alle 21.15,  è la seconda opera della “trilogia popolare” di Giuseppe Verdi creato tra Rigoletto e La Traviata. Un dramma in quattro atti e otto quadri, ambientato in Spagna al principio del secolo XV, che racconta, con un bel canto espressivo, fiammeggianti passioni come l’amore, la gelosia, la vendetta, l’odio e la lussuria. La regia è di Gianmaria Romagnoli e l’orchestra diretta dal maestro Maurizio Morgantini. Carmen di Georges Bizet, in scena sabato 4 agosto ore 21.15, è un’opera in quattro atti su libretto di Henri Meilhac e Ludovic Halévy. Tratta dalla novella omonima di Prosper Mérimée (1845),  fu l’ultima opera a cui lavorò Georges Bizet: un capolavoro che non fu riconosciuto immediatamente come tale; il successo arrivò, ironia della sorte, dopo la morte dell’autore, che non ebbe così modo di godersi la fama e gli onori che si meritava. Regia sempre di Gianmaria Romagnoli mentre l’orchestra sarà diretta dal maestro Stefano Seghedoni. “La vicenda di Carmen rappresenta — sottolinea Renzo Renzi – il più famoso femminicidio della storia. Quindi abbiamo pensato di mettere in cartellone l’opera di Bizet anche per offrire un nostro modesto contributo per denunciare questo grave fenomeno e sensibilizzare il pubblico su questo vero e proprio dramma della nostra società”. Domenica 5 agosto sempre inizio 21.15, sul palco davanti alla Cattedrale in scena due atti unici: Suor Angelica di Giacomo Puccini e Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. Suor Angelica è un’opera lirica in un atto di Giacomo Puccini, su libretto di Giovacchino Forzano. Fa parte del Trittico. La prima assoluta ebbe luogo il 14 dicembre 1918 al Metropolitan di New York con Geraldine Farrar, Flora Perini e Minnie Egener e fino al 2009 ha avuto 74 rappresentazioni. È tra le poche opere a contenere solo personaggi femminili. Cavalleria rusticana è un’opera in un unico atto di Pietro Mascagni, su libretto di Giovanni Targioni-Tozzetti e Guido Menasci, tratto dalla novella omonima di Giovanni Verga. Andò in scena per la prima volta il 17 maggio 1890 al Teatro Costanzi di Roma.

Lascia un commento

informacitta.net